Stanchezza mentale come affrontarla – Mind the Gum

Ti senti a terra, fai fatica a “carburare” su appunti e dispense, non riesci a mantenere la concentrazione? E magari, nello stesso tempo, non riesci a spiegarti il perché di queste sensazioni.

Senso di stanchezza mentale: come affrontarla?

Per capire i motivi della stanchezza mentale e come affrontarla occorre sempre partire dalle cause. I fattori che causano quel senso di spossatezza possono essere diversi. Possono incidere, infatti, malattie come diabete, ipotiroidismo, anemia, infezioni, le relative terapie, magari a base di farmaci con effetti collaterali, scarsa forma fisica, insonnia, alimentazione sbagliata. A determinare quel senso di stanchezza mentale, però, possono intervenire anche elementi psicologici come ansia, stress, depressione. Se poi fai parte delle cosiddette “categorie a rischio”, la situazione può presentarsi con maggiore facilità e va gestita alle prime avvisaglie di “burnout”. I più esposti sono operatori socio-sanitari, insegnanti, studenti, pompieri, appartenenti alle Forze dell’Ordine, solo per citarne alcuni. 

Senso di stanchezza mentale: cosa fare

Dolori muscolari, emicrania, diarrea, sonno irregolare, tachicardia, colite, iperattività, difese immunitarie abbassate. Sono alcune delle principali manifestazioni della stanchezza fisica e mentale. Altri sintomi possono essere cali di concentrazione, perdita di memoria, stati confusionali. Certi campanelli di allarme non vanno trascurati. Contro il prolungato senso di stanchezza mentale, cosa fare? È opportuno intervenire sia sul corpo sia sulla mente, perché sono intrinsecamente connessi, più di quanto si possa pensare. Dormi sempre almeno 7-8 ore. Fai una moderata, ma costante attività fisica. Non serve esagerare: a volte basta anche una passeggiata all’aperto di almeno mezz’ora per rigenerarti. 

Dieta anti-stanchezza: i cibi giusti

Forse non lo sapevi, ma anche a tavola puoi combattere stress e stanchezza mentale. Come? Fai incetta delle dosi giornaliere raccomandate di frutta e verdura. Ricordati, inoltre, che alimenti come lattuga, cavolo, latte, banane, mele, albicocche, pesche, ricchi di vitamine, diminuiscono la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress. Ricorda che vitamine del gruppo B e altre sostanze naturali e funzionali a darti il giusto sprint puoi trovarle anche sottoforma di integratori. Stanchezza mentale e Mind the Gum: prova il chewing gum funzionale con componenti naturali per combattere l’affaticamento. Inoltre, evita o riduci il più possibile alcol, fumo, grassi e zuccheri: dopo l’illusorio benessere iniziale, ti creano maggiore stanchezza e sonnolenza.

Mind the Gum per combattere la stanchezza 

Mind the Gum, integratore alimentare sotto forma di chewing gum altamente innovativo, è utile a supportare le performance cognitive. Memoria, concentrazione ed energia mentale: Mind the Gum per combattere la stanchezza è un valido alleato, andando a stimolare il sistema nervoso centrale. Ha una formulazione bilanciata che combina 15 componenti attive naturali. In ogni gomma sono presenti la dose giornaliera di vitamine A, B e D, la quantità di caffeina di un caffè (50 mg), uniti agli effetti di bacopa, griffonia, guaranà e biotina. Sono incluse anche teanina, minerali, coenzima Q10 e cromo. Senza zucchero, gluten free, privo di aspartame, con sole 3 calorie per gomma, questo integratore naturale è adatto a tutti. Grazie all’assorbimento sublinguale, i suoi effetti sono rapidi e duraturi. Puoi comprarlo nei formati che preferisci sullo store dedicato.

Scarica gratuitamente le guide di Mind The Gum per migliorare le tue performance mentali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu