Sindrome da burnout – Mind the Gum

Sindrome da burnout: quali sono i sintomi più frequenti

Una forma di esaurimento emotivo dovuto a un carico di lavoro eccessivo, che colpisce chi è coinvolto per motivi professionali in relazioni interpersonali delicate o, talvolta, problematiche. Così può essere definita la sindrome da burnout, sempre più diffusa negli ultimi decenni. È una condizione che riguarda in particolare quei professionisti impegnati nelle cosiddette helping professions, che operano in ambito sanitario, assistenziale, psicologico, operatori presso strutture di detenzione, centri di recupero o nelle forze dell’ordine. Ma, in realtà, la sindrome da burnout può colpire chiunque abbia a che fare sul lavoro con soggetti che vivono situazioni di disagio o di sofferenza, dagli insegnanti agli esperti di orientamento al lavoro.

Sindrome di burnout: sintomi

Temi di essere sull’orlo di un crollo psico-fisico? Hai preoccupazione nei confronti di una persona cara che vedi in estrema difficoltà? Quando si ha a che fare con disturbi legati alla sindrome da burnout è importante non sottovalutare mai i primi campanelli d’allarme e concentrarsi soprattutto sulla prevenzione: il rischio, infatti, è quello di lasciarsi assorbire da situazioni esterne e perdere di vita i propri problemi. Come riconoscere la sindrome da burnout e i sintomi principali? Le persone che ne sono colpite il più delle volte manifestano un certo distacco emotivo dalla realtà che, nelle situazioni più gravi, può sfociare in depressione, abuso di alcol e droghe o stati dissociativi più gravi.

Stress da lavoro: sintomi

Nonostante sia spesso attribuito a una predisposizione caratteriale dei soggetti colpiti, numerose ricerche hanno evidenziato come i fattori scatenanti della sindrome da burnout siano da ricercarsi principalmente all’interno del contesto lavorativo e sociale in cui operano. Il rischio di cadere in un vortice che ci trascinerà fino a un crollo psicofisico repentino aumenta in un ambiente di lavoro in cui il senso di appartenenza è carente, se non del tutto assente, o in cui non è riconosciuto il valore umano del lavoro svolto. Anche l’inclinazione individuale contribuisce ad aumentare o diminuire lo stress da lavoro e i sintomi relativi. A livello fisico si possono manifestare fitte intercostali o dolori viscerali, cefalea, vertigini, senso di nausea, colon irritabile. A livello cognitivo si può notare mancanza di lucidità e confusione e, sul fronte emotivo, sbalzi d’umore, ansia, isolamento.

Integratori per la stanchezza mentale: quali scegliere

A volte non basta avere un corretto stile di vita e seguire un’alimentazione sana ed equilibrata per scongiurare la sindrome da burnout in periodi particolarmente stressanti. È probabile che alcuni soggetti, soprattutto quelli più esposti alla fatica fisica e psichica, debbano aiutarsi con degli integratori per la stanchezza mentale. Prodotti energizzanti come Mind the Gum aiutano a colmare carenze vitaminiche, minerali o nutritive. La carica della caffeina, gli effetti rilassanti del tè verde, il benessere delle vitamine A, B e D, l’effetto ricostituente di arginina, coenzima Q10, carnitina aiutano a stare meglio e alleviano lo stress.

Sindrome da burnout e Mind the Gum

Ti trovi a vivere un periodo particolarmente difficile e stressante e sei a un passo dal cadere nella sindrome da burnout? Corri subito ai ripari con Mind the Gum, chewing-gum funzionale, 100% naturale, che favorisce la concentrazione e l’attenzione. È un integratore energetico con ben 15 componenti attivi, tra cui caffeina, teanina, vitamine A e quelle dei gruppi B e D, biotina, arginina e carnitina, cromo, fenilanina, tirosina, principi antiossidanti contenuti nel mirtillo nero. Il loro mix ti aiuta ad avere una marcia in più nelle tue giornate senza causarti né sovraeccitazione né sonnolenza. Grazie all’assorbimento sublinguale, gli effetti di Mind The Gum sono rapidi e duraturi. Puoi acquistarlo sul nostro e-store o su Amazon.

Scarica gratuitamente le guide di Mind The Gum per migliorare le tue performance mentali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu