Che cosa è il burnout?

 

Se lo stress costante ti fa sentire impotente, disilluso e completamente esausto, potresti essere sulla strada del burnout.

Il burnout è uno stato di esaurimento emotivo, fisico e mentale causato da stress eccessivo e prolungato. Si verifica quando ti senti sopraffatto, emotivamente svuotato e incapace di soddisfare le richieste costanti.

Il burnout riduce la produttività e riduce la tua energia, lasciandoti sempre più impotente, senza speranza, cinico e pieno di risentimento. Alla fine, potresti sentirti come se non avessi altro da dare.

Gli effetti negativi del burnout si riversano in ogni area della vita, compresa la famiglia, il lavoro e la vita sociale. Il burnout può anche causare cambiamenti a lungo termine nel tuo corpo che ti rendono vulnerabile a malattie come raffreddore e influenza. A causa delle sue numerose conseguenze, è importante affrontare immediatamente il burnout.

Potresti essere sulla strada del burnout se:

  • Ogni giorno è una brutta giorno
  • Prendersi cura del proprio lavoro o della propria vita domestica sembra un totale spreco di energia.
  • Sei sfinito tutto il tempo.
  • La maggior parte della giornata è dedicata ad attività che ritieni noiosamente noiose o opprimenti.
  • Ti senti come se nulla facesse la differenza o è apprezzato.
Segni e sintomi di burnout

Molti di noi hanno giorni in cui ci sentiamo indifesi, sovraccarichi o non apprezzati, quando alzarsi dal letto richiede la determinazione di un eroe. Se ti senti così per la maggior parte del tempo, tuttavia, potresti essere bruciato.

Il burnout è un processo graduale. Non avviene dall’oggi al domani, ma si insinua lentamente nella nostra vita. I segni e i sintomi sono inizialmente impercettibili, ma peggiorano col passare del tempo. I primi sintomi rappresentano un allarme, qualcosa non va che deve essere affrontato. Se presti attenzione e riduci attivamente lo stress, puoi prevenire un problema ben più grave.

Segni e sintomi fisici di burnout
  • Sensazione di stanchezza fisica e mentale per la maggior parte del tempo
  • Sistema immunitario ridotto, malattie frequenti
  • Frequenti mal di testa o dolori muscolari
  • Cambiamento dell’appetito o delle abitudini del sonno
Segni e sintomi emotivi di burnout
  • Senso di fallimento e insicurezza
  • Sentirsi impotenti, intrappolati e sconfitti
  • Perdita di motivazione
  • Prospettive sempre più ciniche e negative
  • Diminuzione della soddisfazione e senso di realizzazione
  • Senso di fallimento e insicurezza
Segni e sintomi comportamentali di burnout
  • Ritiro dalle responsabilità
  • Isolarsi dagli altri
  • Procrastinare, impiegando più tempo a fare le cose
  • Usare cibo, droghe o alcool per far fronte alle difficoltà
  • Scaricare le tue frustrazioni sugli altri
  • Ritiro dalle responsabilità
La differenza tra stress e burnout

Il burnout può essere il risultato di stress inarrestabile, ma non può essere classificato semplicemente come troppo stress.

Lo stress, in generale, comporta troppo: troppe pressioni che richiedono troppo da te fisicamente e mentalmente. Tuttavia, le persone stressate possono ancora immaginare che se riescono a tenere tutto sotto controllo, si sentiranno meglio.

Il burnout comporta il sentirsi vuoti ed esauriti mentalmente, privi di motivazione.

Le persone che stanno vivendo il burnout spesso non vedono alcuna speranza di un cambiamento positivo nelle loro situazioni. Se lo stress eccessivo dà la sensazione di annegare nelle responsabilità, il burnout è un senso di prosciugamento.

Cause di burnout

Il burnout deriva spesso dal tuo lavoro. Chiunque si senta sovraccarico e sottovalutato è a rischio di esaurimento, dall’impiegato che non va in vacanza da anni, alla mamma stanca a casa che si occupa di bambini, lavori domestici e un genitore anziano. Abbiamo dedicato un approfondimento a questo argomento, lo trovi qui.

Ma il burnout non è causato esclusivamente da un lavoro stressante o da troppe responsabilità. Altri fattori contribuiscono al burnout, inclusi il tuo stile di vita e i tratti della personalità. In effetti, ciò che fai nei tuoi tempi di inattività e il modo in cui guardi il mondo possono svolgere un ruolo altrettanto importante nel causare uno stress insostenibile.

È tempo di agire

Sia che tu riconosca i segnali di avvertimento di un imminente esaurimento o che tu abbia già superato il punto di non ritorno, provare a superare l’esaurimento senza le strategie appropriate causerà solo ulteriori danni emotivi e fisici.

Ora è il momento di mettere in pausa la situazione e cambiare direzione imparando a superare il burnout e sentirti di nuovo sano e positivo.

Per gestire il burnout, rivolgiti ad altre persone

In questa situazione, i problemi sembrano insormontabili, tutto sembra desolante, ed è difficile raccogliere l’energia per agire e aiutare te stesso. Ma hai molto più controllo sullo stress di quanto pensi. Ci sono passi positivi che puoi fare per affrontare lo stress e riportare la tua vita in equilibrio. Uno dei più efficaci è quello di cercare il supporto delle persone a te più vicine.

Il contatto sociale è l’antidoto della natura allo stress e parlare faccia a faccia con un buon ascoltatore è uno dei modi più veloci per calmare il sistema nervoso e alleviare lo stress. La persona con cui parli non deve essere in grado di “riparare” i tuoi fattori di stress; deve solo essere un buon ascoltatore, qualcuno che ascolterà attentamente senza distrarsi o senza giudicarti.

Contatta le persone più vicine a te, come il tuo partner, la famiglia e gli amici. Non temere, molti amici e persone care saranno lusingati dal fatto che ti fidi abbastanza da confidarti in loro, e ciò rafforzerà solo la vostra amicizia.

Sii più socievole con i tuoi colleghi. Sviluppare amicizie con persone con cui lavori può aiutarti a tenerti lontano dall’esaurimento del lavoro. Quando fai una pausa, ad esempio, invece di rivolgere la tua attenzione al tuo smartphone, prova a coinvolgere i tuoi colleghi. O pianificare eventi sociali insieme dopo il lavoro.

Limitare il contatto con persone negative.

Uscire con persone di mentalità negativa che non fanno altro che lamentarsi non è certo utile alla causa. Se devi lavorare con una persona negativa, prova a limitare il tempo che passi insieme a lei.

Il potere del dare

Essere utili agli altri offre un piacere immenso e può aiutare a ridurre significativamente lo stress e ad ampliare il tuo circolo sociale.

Anche se è importante non assumere troppi impegni quando si deve affrontare uno stress importante, aiutare gli altri è un’attività benefica anche per te stessi. Non devi necessariamente dedicare molto tempo o sforzi. Anche piccole cose come una parola gentile o un sorriso amichevole possono farti sentire meglio e aiutare a ridurre lo stress sia per te che per l’altra persona.

Aggiorna il modo in cui guardi il lavoro

Sia che tu abbia un lavoro interessante o che sia monotono e insoddisfacente, il modo più efficace per combattere l’esaurimento del lavoro è di trovare un lavoro che invece ami. Naturalmente, per molti di noi cambiare lavoro o carriera è lungi dall’essere una soluzione pratica, anzi, siamo grati per avere un lavoro che ci permette di pagare le bollette. Qualunque sia la tua situazione, tuttavia, ci sono ancora dei passi che puoi fare per migliorare il tuo stato d’animo.

Cerca di trovare un valore nel tuo lavoro. Anche in alcuni lavori banali, puoi spesso concentrarti su come il tuo ruolo aiuta gli altri, ad esempio, o fornisce un prodotto o un servizio necessario. Concentrati sugli aspetti del lavoro che ti piacciono, anche se stai solo chattando con i tuoi colleghi a pranzo. Cambiare il tuo atteggiamento verso il tuo lavoro può aiutarti a ritrovare un senso di scopo e controllo.

Trova l’equilibrio nella tua vita.

Se odi il tuo lavoro, cerca significato e soddisfazione altrove nella tua vita: in famiglia, amici, hobby o volontariato. Concentrati sulle parti della tua vita che ti portano gioia.

Fai amicizia al lavoro.

Avere forti legami sul posto di lavoro può aiutare a ridurre la monotonia e contrastare gli effetti del burnout. Avere amici con cui chiacchierare e scherzare durante il giorno può aiutare ad alleviare lo stress da un lavoro insoddisfacente o impegnativo, migliorare le prestazioni del tuo lavoro o semplicemente farti passare una dura giornata.

Riposarsi.

Se il burnout sembra inevitabile, prova a fare una pausa completa dal lavoro. Vai in vacanza, esaurisci i tuoi giorni di malattia, chiedi un congedo temporaneo, qualsiasi cosa ti tolga dalla situazione. Usa il tempo libero per ricaricare le batterie e seguire altri metodi di recupero.

Rivalutare le priorità

Il burnout è un segno innegabile che qualcosa di importante nella tua vita non funziona. Prenditi del tempo per pensare alle tue speranze, obiettivi e sogni. Stai trascurando qualcosa di veramente importante per te? Questa può essere un’opportunità per riscoprire ciò che ti rende davvero felice e per rallentare e concederti il ​​tempo di riposare, riflettere e guarire.

Imposta i confini.

Scopri come dire “no” alle richieste che ti vengono fatte. Se lo trovi difficile, ricorda a te stesso che dire “no” ti permette di dire “sì” agli impegni che vuoi prendere.

Mettere da parte il tempo di rilassamento. Tecniche di rilassamento come yoga, meditazione e respirazione profonda attivano la risposta di rilassamento del corpo, uno stato di riposo che è l’opposto della risposta allo stress.

Dormi molto.

Sentirsi stanchi può esacerbare il burnout facendoti pensare in modo irrazionale. Mantieni la calma in situazioni stressanti dormendo bene la notte.

Rendi l’esercizio una priorità

Anche se potrebbe essere l’ultima cosa che ti va di fare quando sei esaurito, l’esercizio fisico è un potente antidoto allo stress e al burnout. È anche qualcosa che puoi fare in questo momento per migliorare il tuo umore.

Cerca di allenarti per 30 minuti o più al giorno o suddividilo in brevi esplosioni di attività di 10 minuti. Una passeggiata di 10 minuti può migliorare il tuo umore per due ore.

L’esercizio ritmico, in cui muovi braccia e gambe, è un modo estremamente efficace per migliorare l’umore, aumentare l’energia, affinare la concentrazione e rilassare sia la mente che il corpo. Prova a camminare, correre, allenarti con i pesi, nuotare, arti marziali o persino ballare.

Per massimizzare il sollievo dallo stress, invece di continuare a concentrarti sui tuoi pensieri, concentrati sul tuo corpo e su come ti senti mentre ti muovi: la sensazione dei tuoi piedi che colpiscono il suolo, ad esempio, o il vento sulla tua pelle.

Sostieni i tuoi livelli di umore e di energia seguendo una dieta sana

Ciò che metti nel tuo corpo può avere un impatto enorme sul tuo umore e sui livelli di energia durante il giorno.

Ridurre al minimo lo zucchero e i carboidrati raffinati. Potresti desiderare spuntini zuccherati o cibi di “conforto” come pasta o patatine fritte, ma questi alimenti ricchi di carboidrati portano rapidamente a un crollo dell’umore e dell’energia.

Riduci l’assunzione elevata di alimenti che possono influire negativamente sull’umore, come caffeina, grassi trans e alimenti con conservanti chimici o ormoni e scegli cibi con più acidi grassi Omega-3 per dare una spinta al tuo umore.

Le migliori fonti sono pesci grassi (salmone, aringhe, sgombro, acciughe, sardine), alghe, semi di lino e noci.

Evita la nicotina. Fumare quando ti senti stressato può sembrare calmante, ma la nicotina è un potente stimolante, che porta a livelli più alti, non più bassi di ansia.

Bevi alcolici con moderazione. L’alcol riduce temporaneamente le preoccupazioni, ma può causare ansia man mano che svanisce.

Noi di Mind The Gum consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per un consiglio.

Menu