Attività di concentrazione smart working: come dare il massimo lavorando da casa

Lo smart working, il lavoro lontano dal desk ma in altri spazi, come la propria casa, continua a prendere sempre più piede, spinto dal periodo storico attuale, dove il distanziamento sociale è diventato una priorità. Oltre a vari benefici che comporta, l’attività di concentrazione smart working richiede comunque un altro dispendio di energie per quanto riguarda la gestione del tempo e l’organizzazione dei compiti. Non per tutti può essere immediato entrare senza fatica nelle dinamiche di un lavoro da remoto, avendo a che fare anche con numerose distrazioni che in ufficio non ci sono. Sicuramente con questa modalità si conciliano meglio gli impegni lavorativi con quelli personali. Ma l’attività di concentrazione smart working richiesta implica uno sforzo e dunque una fatica nettamente superiori. Tuttavia con il giusto approccio risulterà più semplice abituarsi a questa nuova modalità.

Smart working consigli: ambiente favorevole

In regime lavorativo di smart working bisogna abituarsi ad alcune novità e cambiamenti. Un primo aspetto dell’attività di concentrazione smart working richiesta ha a che fare con la gestione del tempo e dei compiti da sbrigare, quasi del tutto autonoma. Il che comporta che ci si possa distrarre più facilmente e perdere minuti e ore preziose navigando su Internet e sui social, fermandosi davanti alla tv o facendosi distrarre dalla radio. Uno dei primi smart working consigli se lavori da casa è quello di organizzare uno spazio tranquillo il più possibile, con un arredamento essenziale, cercando di avere intorno pochi oggetti. Fai attenzione all’illuminazione, favorendo se puoi ambienti con luce naturale che incide positivamente sulla concentrazione e sull’energia mentale, al contrario di quella artificiale, come è stato dimostrato da alcuni studi.

Come ottimizzare smart working

Avere a disposizione almeno otto ore da gestire in quasi totale autonomia, come accade nell’attività di concentrazione smart working, può essere un’arma a doppio taglio. Per alcuni, infatti, potrebbe essere un invito a procrastinare, rimandando l’esecuzione di alcune mansioni che, però, rischiano di accumularsi e di comportare ritardi e scarsa produttività. Se vuoi capire come ottimizzare smart working definisci un piano dettagliato con gli obiettivi della giornata e della settimana, da compilare in base alle priorità. Gestire il lavoro in modo flessibile è possibile solo se si ha il pieno controllo di tutte le attività. In questo modo, si può far fronte ai vari imprevisti senza che ne risenta troppo la giornata lavorativa nel suo complesso.

Smartworking senza stress: aiutati con Mind the Gum

Quando si lavora da remoto, in determinati momenti e in generale alla lunga, l’attività di concentrazione smart working può causare grande stanchezza mentale, soprattutto dopo giornate particolarmente intense. Sono i frangenti in cui potrebbe essere utile avere una piccola spinta in più che ti dia la giusta carica. Prendi il tuo pacchetto di Mind The Gum, l’integratore alimentare sotto forma di chewing gum, 100% naturale, e scarta un confetto. La sua formula bilanciata include ben 15 componenti attive per combattere la stanchezza mentale e fisica e ritrovare l’energia necessaria per affrontare anche le giornate più difficili. Acquistalo sul nostro e-shop o su Amazon.

Scarica gratuitamente le guide di Mind The Gum per migliorare le tue performance mentali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu
Cart Item Removed. Undo
  • No products in the cart.