Come studiare ingegneria: gli errori da evitare

Chi ha intrapreso questo tipo di percorso di studio lo sa bene: la facoltà d’ingegneria è una montagna da scalare.

Sopratutto all’inizio, non è affatto facile individuare il proprio metodo di studio che ci permetta di superare gli esami con risultati soddisfacenti.

Ma se da un lato non esiste un metodo efficace per tutti, dall’altro capire come studiare ingegneria vuol dire mettere in pratica alcuni consigli sempre validi che possono essere d’aiuto in ogni occasione.

Non riesco a passare gli esami di ingegneria: perché accade?

Se siete iscritti a questa facoltà vi sarà capitato mille volte di dire o sentire questa frase: non riesco a passare gli esami di ingegneria.

La prima regola è non demoralizzarsi: probabilmente non hai ancora trovato il metodo più adatto a te. Buttarsi giù in questi casi è del tutto controproducente, perché per capire cos’è che non sta funzionando hai bisogno di fare appello alla tua lucidità.

Stai studiando senza un piano d’azione efficace? Ti stai concedendo anche dei momenti di pausa e di svago durante la sessione? Hai calcolato bene i tempi o hai iniziato a studiare a ridosso della data dell’appello?
Analizzando il tuo approccio a 360° sarà più facile eliminare tutto ciò che sta ostacolando i tuoi risultati.

Motivazione per studiare, come stimolarla

Ci sono degli errori molto comuni che in tanti commettono e che non fanno altro che diminuire la motivazione per studiare.

Senza una spinta motivazionale, infatti, sarà difficile raggiungere qualsiasi risultato, anche con il metodo più efficace del mondo.

Capire come studiare ingegneria senza motivazione è quasi impossibile. Ma come fare a trovare la motivazione anche nei periodi più ardui?

Il primo consiglio è quello di studiare in gruppo: trovare la motivazione per studiare è più facile se ci si confronta con gli altri. Inoltre, non bisogna mai colpevolizzarsi troppo: se l’esame va male, piangerci addosso serve solo a farci sentire peggio: riprendi in mano la materia d’esame, individua gli argomenti più ostici e concentrati su quelli.

Integratori per stanchezza e concentrazione Mind The Gum

Quando devi essere al massimo delle tue potenzialità, ma la stanchezza mentale sembra agire come un freno a mano, potrebbe servirti una spinta in più.

Sono questi i momenti in cui dovresti provare Mind The Gum, l’integratore alimentare in formato chewing gum, che contiene ben 15 componenti attive per favorire concentrazione ed energia mentale.

I suoi ingredienti sono completamente naturali, tra questi vi è il quantitativo di caffeina presente in una tazzina di espresso, teanina per alleviare lo stress senza causare sonnolenza, mirtillo nero, glutammina, vitamine del gruppo B e D.

Per provarlo ti basta acquistarlo sul nostro e-shop o su Amazon.

Tieni sempre sulla scrivania un pacchetto di Mind The GUm durante la sessione di studio e in bocca al lupo per i tuoi esami!

Scarica gratuitamente le guide di Mind The Gum per migliorare le tue performance mentali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu