Colloquio motivazionale: come affrontarlo senza andare nel panico

Quando ci si candida per un nuovo lavoro, il colloquio motivazionale è sempre quello che spaventa di più, talvolta quasi più del dover dimostrare le proprie competenze.
Perché accade? Perché, anche se ci sentiamo realmente motivati ad intraprendere un determinato percorso professionale, temiamo di non riuscire ad esprimerlo e di ritrovarci prigionieri di interminabili silenzi imbarazzanti.

Come evitare quindi che il colloquio motivazionale si trasformi in un epic fail?

Motivazione al lavoro: come esprimerla al meglio

Per un recruiter che si trova a dover scegliere tra tanti possibili candidati, è molto importante selezionare una risorsa che abbia una reale motivazione al lavoro che andrà a svolgere.

Dunque, dal lato del candidato, è importante lasciar intendere di aver compreso quali sono le reali esigenze dell’azienda e in che modo poterle soddisfare.

Prima di presiedere un colloquio motivazionale, informati sull’azienda facendo ricerche sul web e mostra una conoscenza approfondita della compagnia e della posizione.

Quando ti troverai a parlare di te e delle tue esperienze pregresse, cerca di dare maggiore spazio a tutte le tappe del tuo percorso che pensi possano essere ritenute rilevanti.

Mettere in risalto la propria voglia di crescita personale e professionale

Mostrarsi propositivo, intraprendente, curioso e alla continua ricerca di nuovi stimoli è sicuramente un punto a nostro favore quando ci troviamo ad affrontare un colloquio motivazionale.

Ma non è tutto. In questo tipo di colloquio vengono presi in considerazione aspetti che vanno oltre le nostre competenze scritte sul CV.

Nella selezione, criteri di scelta importanti sono anche la personalità e la capacità relazionale.

Alla domanda: “perché vuoi lasciare il tuo attuale impiego?” non dare mai una risposta negativa, ma fai sempre leva sul tuo bisogno di crescita personale e professionale come stimoli a metterti alla prova in una realtà diversa da quella che già conosci.

Mind The Gum e la motivazione personale prima di un colloquio

Prima di un colloquio motivazionale è normale sentirsi agitati o nervosi, ma non bisogna lasciarsi prendere dall’ansia perché il rischio è quello di ottenere un risultato opposto a quello sperato.
Se ci si presenta troppo agitati, il livello di concentrazione cala e si rischia di dare una risposta per un’altra, anche alle domande apparentemente meno ostiche.

Lasciati aiutare la Mind The Gum: tutta l’energia di cui hai bisogno per tenere alta la motivazione personale, racchiusa in un chewing gum.

Mind The Gum è il tuo migliore alleato prima di una sfida importante: con le sue 15 componenti attive e il suo alto contenuto di vitamine, ti aiuta a mantenere prontezza di riflessi e concentrazione. Acquistalo ora sul nostro e-shop o su Amazon e… in bocca al lupo per il tuo colloquio!

Scarica gratuitamente le guide di Mind The Gum per migliorare le tue performance mentali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu