Metabolismo energetico – Mind the Gum

Cosa si intende per metabolismo energetico e come riconoscere eventuali disturbi

La quantità totale di energia che il nostro organismo impiega per svolgere le sue funzioni, in un dato periodo di tempo, viene indicata come metabolismo energetico ed è espressa in kilojoule (o kilocalorie o Calorie) di energia termica spese per ora o per giorno. Per misurare il dispendio energetico sono state proposte nel tempo varie tecniche, alcune troppo complesse e poco “fisiologiche”, altre troppo indirette e poco riproducibili. Attualmente viene sempre più utilizzata la calorimetria indiretta. Questo test si usa per quantificare il metabolismo energetico dell’organismo, quando esso è a riposo o è sotto sforzo, e fornisce un quadro completo del dispendio energetico e dell’efficienza cardio-respiratoria.

Cos’è il metabolismo energetico

In base alle richieste dell’organismo, il nostro corpo riceve, immagazzina e utilizza una certa serie di nutrienti. Consumo energetico e introduzione del cibo concorrono, insieme ad altri fattori come l’attività fisica, la genetica, l’età e lo stile di vita, alla nostra attuale forma fisica. Il metabolismo energetico ha a che fare con la massa muscolare, più che con il peso corporeo: infatti, una persona obesa potrebbe consumare meno di una persona normopeso, poiché potrebbe avere scarsa massa muscolare oltre al grasso adiposo. Un metabolismo “veloce” tende a trasformare più velocemente il cibo che mangiamo, un metabolismo “lento” lo farà con più tempo. Dunque se ti sta chiedendo cos’è il metabolismo energetico, sappi che è l’insieme di tutte le reazioni chimiche che sostengono la vita di un organismo. Le tre funzioni principali del metabolismo sono la conversione del cibo in energia per sostenere i processi cellulari, la conversione di nutrienti e fattori nutrizionali in componenti necessari alla sintesi endogena di proteine, lipidi, acidi nucleici e alcuni carboidrati e l’eliminazione dei rifiuti azotati.

Disturbo del metabolismo energetico: in che cosa consiste

La sindrome metabolica è una situazione molto complessa, un’anomalia a livello sistemico che cambia il funzionamento del nostro metabolismo energetico. Le cause più ricorrenti della sindrome metabolica sono possono essere la predisposizione genetica, uno stile di vita scorretto, un’alimentazione ricca di grassi saturi e di alimenti ad alto indice glicemico, la sedentarietà. Ma la sindrome metabolica, che è, appunto, un disturbo del metabolismo energetico, potrebbe essere anche causata da insulino-resistenza (responsabile a sua volta della predisposizione al diabete), livelli molto elevati, eccessivi, di trigliceridi nel sangue, ipertensione e alterazioni del microbiota intestinale.

Disturbo del metabolismo energetico: sintomi

Nelle società avanzate come quelle dei Paesi occidentali sono sempre più frequenti casi di persone che soffrono di problemi del metabolismo energetico. La cosiddetta sindrome metabolica è causata da un insieme di fattori dovuti ad alcune condizioni che aumentano il rischio di contrarre malattie cerebro-cardiovascolari, di due volte, e diabete, di cinque volte. Rispetto al disturbo del metabolismo energetico, i sintomi conseguenti non sono chiari. Le persone che ne sono affette dicono spesso di sentirsi bene, prima di ricevere la diagnosi relativa. È dunque opportuno considerare i principali fattori di rischio, e che sono: obesità addominale, caratterizzata da una circonferenza vita maggiore di 88 cm nelle donne e 102 cm negli uomini; trigliceridi nel sangue maggiori di 150 mg/dl (clicca qui per scaricare la dieta e il menu appositi); basso colesterolo HDL (il cosiddetto “colesterolo buono”) inferiore a 40 mg/dl nelle femmine e a 50 mg/dl nei maschi; iperglicemia, glicemia a digiuno superiore a 100 mg/dl; ipertensione arteriosa, maggiore di 130 mmHg sistolica e 85 mmHg diastolica.

Metabolismo energetico: Mind the Gum

Quando il metabolismo energetico non funziona bene, anche la concentrazione nello studio e nel lavoro può risentirne. Si avverte maggiore stanchezza e si fa fatica a “carburare”. Se hai bisogno di un alleato per la tua mente e per il corpo, Mind The Gum fa al caso tuo. La sua formula unica, con 15 componenti attive, integra gli effetti energizzanti della caffeina con altre componenti attive utili per il cervello, come per esempio il coenzima Q10, potente antiossidante o la glutammina, un neurotrasmettitore del sistema nervoso coinvolto in funzioni cognitive come apprendimento e memoria. Grazie all’assorbimento sublinguale, gli effetti di Mind The Gum sono rapidi e duraturi. A differenza degli altri prodotti energizzanti Mind the Gum non crea agitazione né stress. Acquistalo ora sul nostro e-shop.

Scarica gratuitamente le guide di Mind The Gum per migliorare le tue performance mentali!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Fill out this field
Fill out this field
Please enter a valid email address.

Menu